NAPOLI. LA NUOVA CURIA AL COMPLETO DEI PASSIONISTI DELLA PROVINCIA DOL

CURIA2014

Napoli. La nuova Curia dei Passionisti della Provincia dell’Addolorata

La nuova Curia provinciale dei Padri Passionisti della Provincia dell’Addolorata è attualmente composta da padre Mario Caccavale (Superiore Provinciale), da padre Pietro Boniello (Vice-provinciale e consultore alla vita comunitaria), P.Pierluigi Mirra (Consultore all’Apostolato), P.Emiddio Petringa (Consultore all’Economia e Solidarietà), P.Sanislao Tozzi (Consultore alla Formazione e agli Studi). All’attuale composizione della Curia dei Passionisti di Napoli, si è giunti, nell’arco di due anni, in seguito alle dimissioni di due consultori e dello stesso preposito provinciale. I cinque religiosi della Curia dovranno accompagnare la provincia religiosa dell’Addolorata all’appuntamento del Capitolo provinciale della Provincia unica, che va sotto in nome di Configurazione del Beato Eugenio Bossilkov, che si svolgerà nel maggio 2015. In questa fase di studio e di impostazione giuridica della nuova entità canonica dei passionisti italiani, francesi e portoghesi, tutti i religiosi delle otto province sono impegnati a rivedere i regolamenti e quanto necessario per il funzionamento della nuova realtà giuridica e canonica dei passionisti di queste nazionai. Attualmente la CEB è composta da 8 province, con 450 religiosi circa, con una missione in Bulgaria, in Angola e in Nigeria.La provincia dell’Addolorata è stata istituita direttamente da San Paolo della Croce nel 1769 ed insieme alla provincia della Presentazione, rappresentano le due istituzioni più antiche di tutta la Congregazione della Passione di Gesù Cristo. Sono tredici i conventi di proprietà della Provincia dell’Addolorata: Napoli, Airola, Calvi Risorta, Casamicciola, Forino, Mondragone, Itri, Falvaterra, Pontecorvo, Ceccano-Badia, Sora e Paliano; sono affidati ai passionisti il Santuario della Madonna della Civita e la Parrocchia Santa Maria a Fiume in Ceccano. In realtà le comunità giuridicamente costituite e canonicamente operanti sono 9: Napoli, Airola, Calvi Risorta, Forino, Santuario della Civita in Itri, Falvaterra, Sora, Ceccano, Paliano. Un totale di  religiosi residenti nelle case della provincia di circa 60, con età media abbastanza elevata. Nell’attuale fase di collaborazione tra le varie province italiane, la provincia dell’Addolorata ha impegnato alcuni religiosi fuori i confini della stessa. In tutto sono 6 i religiosi che prestano servizio altrove o in missione. Fa ancora ufficialmente parte della provincia dell’Addolorata il Vicariato del Brasile di Nostra Signora della Vittoria, presente negli Stati del Minas Gerais e di Espirito Santo, con oltre 30 religiosi con età media giovanile. La crisi vocazionale è comunque avvertita in tutti gli istituti religiosi, compresi i passionisti, che attualmente sono circa 2100 in tutto il mondo e sono presenti in 60 nazioni con circa 400 case. Dal 2015 in poi cambierà l’assetto giuridico delle province religiose che saranno organizzate in Configurazioni, comprendenti più province, con una sola autorità centrale e con altre autorità periferiche con compiti limitati a settori particolari. Tutto questo processo di ristrutturazione della Congregazione dei Passionisti, iniziato nel 2004, si è concluso nel 2012 con l’elezione del nuovo Superiore generale, nella persona di P.Joachim Rego, di origine birmane, e del nuovo consiglio generale, che sta operando secondo le indicazioni del capitolo generale da un anno e mezzo ininterrottamente.

NAPOLI. LA NUOVA CURIA AL COMPLETO DEI PASSIONISTI DELLA PROVINCIA DOLultima modifica: 2014-01-10T23:26:17+01:00da pace2005
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento